Artista del ferro delle Valli del Natisone

ITA
|
ENG
Fin da piccolo venivo incuriosito e attratto dall’arte del lavorare il ferro. Nel tempo libero, spesso andavo a far visita a un fabbro che con abilità e grande maestria lavorava il ferro battuto e costruiva qualsiasi forma di oggetto a colpi di martello sull’incudine. Nonostante l’impegno del suo lavoro, mi spiegava come andava battuto il ferro per far si che assumesse le forme e le pieghe volute. Era esperto anche nel costruire e soprattutto temperare, attrezzi da punta e da taglio. Da qualche anno, quasi per gioco, ho iniziato a costruire qualche lavoro in ferro battuto, grazie agli insegnamenti e ai consigli che mi ha tramandato un grande maestro.
Since I was a young boy I was attracted by the art of ironworking. In my spare time, I used to visit a blacksmith of my small country who worked with skill and mastery wrought iron. He was able to reproduce every object with the only support of a hammer on the anvil, his skill and phisical strenght. I was amazed. With great passion he explained to me how to beat iron to give it the right shape and the proper fold scrolls. He was also an expert in building pointed and cutting tools for everyday use. A few years ago, just for fun, I started to build some wrought iron works thanks to the advices that a great teacher shared with me and that I hope to pass on to anyone who desire to learn an ancient art.

Ferruccio Anzolini

ITA
|
ENG
La mia famiglia veniva chiamata dei “Toncovi” e io sono Ferruccio Anzolini. Nato a S.Leonardo, da molto tempo vivo con la mia famiglia a Seuza piccola frazione montana del comune di Grimacco. La passione per l’intaglio del legno risale a più di trent’anni or sono. Per essere preciso, ho iniziato il mio hobby esattamente nel 1978 da autodidatta. Convinto da un amico, ho iniziato a esibire le mie opere ottenendo ovunque apprezzamenti che mi hanno incoraggiato a continuare in quello che ritengo un meraviglioso passatempo.
I miei lavori si inseriscono nella tradizione propria delle Valli del Natisone. Mi piace riprodurre simpatici gnomi dei boschi, galletti, stelle alpine, cofanetti portagioie. Realizzo anche oggetti di utilizzo domestico. L’attività che ho intrapreso sin da giovane mi appassiona tuttora al punto da desidare di migliorare continuamente la mia tecnica tenendomi aggiornato sulle differenti tipologie d’intaglio. Il legno, che rappresenta la materia prima dei miei lavori, la ricerco con cura e attenzione nell’ambiente in cui vivo.
My name is Ferruccio Anzolini and my family was called ” Toncovi “. I was born in San Leonardo and I live with my wife in Seuza a small country near Grimacco. The passion for wood carving began more than thirty years ago. To be precise, I started my hobby exactly in 1978 by self-taught. Convinced by a friend, I started to exhibit my works getting anywhere appreciations that encouraged me to continue in what I consider a wonderful pastime.
My works are part of the tradition of “Valli del Natisone”. I like to create nice gnomes of the woods, small cocks, edelweiss, jewelry caskets. I use to realize also households. Wood carving still fascinates me to the point that I desire every day to improve my technique and keep uptodate on different types of carving. I find the wood for my works in the nearby of the place where I live.

Mario Cont

ITA
|
ENG
Sono Mario Cont e vivo a Brischis di Pulfero. Fin da piccolo coltivo la passione della creazione di oggetti in legno. La mia materia prima sono soprattutto vecchie assi di legno. Ciò che desidero è dar vita a oggetti nuovi ma che al tempo stesso abbiano anche un passato. Mi piace creare piccoli animali. I gatti mi ricordano tanto una gatta molto vivace e imprevedibile che per un certo periodo della mia vita ha vissuto con me e che desidero riprodurre nei miei lavori. Ho realizzato anche dei pesci da un asse trasportato dalle onde sulla riva e nel quale mi sono imbattuto passeggiando lungo la battigia.
My name is Mario Cont and I live in Brischis in Valli del Natisone. Since I was a child I cultivate the passion of creating wooden objects. My materials are mainly old wooden planks. What I desire is to create new objects that have at the same time a past. I like to create small animals. Cats remind me so much of a cat very lively and unpredictable that for a certain period of my life has lived with me and that I want to reproduce in my works. I realized also fishes from an axis carried by the waves on the shore. I found it walking along the shoreline and right away I decide to create something that remind me of Natisone river, the river of my childhood.

Carlo Crast

ITA
|
ENG
Da tre anni dedico con passione il mio tempo libero all’intaglio del legno. Le mie sono sculture tridimensionali, a volte anche in rilievo. Non utilizzo macchinari o attrezzature sofisticate preferisco ricorrere alla manualità tramandatami dai miei avi nel rispetto delle usanze locali.
Amo riprodurre soprattutto gli animali del bosco sebbene agli inizi di questo mio passatempo abbia realizzato anche molti altri oggetti in legno di corniolo e di maggiociondolo tra cui bastoni da passeggio, ciondoli, collane e fiori….
Mi piacciono molto anche le pietre del fiume Natisone che scorre a pochi passi dalla mia casa. Le raccolgo con cura e ne esalto i colori e la bellezza delicata attraverso una lieve verniciatura per trasformarle poi in ciondoli semplici ma davvero unici.
It’s three years since I first began to dedicate my free time to woodcarving. I realize three-dimensional sculptures. I don’t use machines or sophisticated equipment I prefer simple tools of the local tradition.
I love to reproduce animals of the wood but I realize also walking sticks and flowers.
I use stones too in my creations expecially for pendants and necklaces, very simple but unique. I choose them carefully in the Natisone river which flows within walking distance from my house.

Giovanni Marchig

ITA
|
ENG
Sono Giovanni di Pechinie Inferiore piccola frazione di Savogna, la mia famiglia era chiamata i “Tonovi”.
La passione per la lavorazione del legno è dentro di me da sempre ma è da poco tempo che ho iniziato a realizzare le creazioni che ora desidero far conoscere.
Non volendo emulare altri artisti, ho deciso di tentare con il pantografo. I risultati che andavo ottenendo erano piuttosto buoni ma non erano ancora ciò che volevo. Da poco tempo ho acquistato il traforo elettrico. Adattarsi a questo strumento nuovo per me non è stato subito facile ma provando e riprovando mi accorgevo di migliorare. Il mio cavallo di battaglia sono i puzzle di legno raffiguranti animali ma mi diverto anche nel creare croci, immagini sacre, intarsi, placche ed altro ancora. Tutti i miei pezzi sono unici e vengono eseguiti rigorosamente a mano con il solo uso della lama da traforo.
Non amo ricorrere a trattamenti e tinteggiature, preferisco che il legno con le sue caratteristiche parli da sè.
My name is Giovanni and I come from Pechinie a small village near the main centre of Savogna. My family was called “Tonovi”.
The passion for woodcarving was inside me since I was a child but I began realizing my first works only recently.
Not wanting to emulate other artists, I decided to grope with the pantograph. The results were pretty good but I wasn’t yet satisfied. Some time ago I purchased the electric tunnel. It wasn’t easy for me to get used to this new tool but trying again and again I began improving. I realize wooden puzzles depicting animals but I also enjoy create crosses, sacred images, inlays, plaques and more. All my pieces are unique and handmade. I use only the blade from the eletric tunnel and my fantasy. I don’t like treatments and paintings, I prefer that natural wood with its characteristics speaks for itself.

Mario Ruttar

ITA
|
ENG
Sono nato a Brida piccola frazione del comune di Grimacco e il mio nome è Mario Ruttar.
Non ricordo esattamente quando le mie passioni per l’intaglio e l’intreccio dei vimini sono iniziate, mi sembra siano con me da sempre. Mi diletto ancor oggi con questi passatempi anche la sera davanti al televisore acceso. Per l’intaglio uso legno di noce, pero e soprattutto tiglio perchè risulta più facile da lavorare rispetto ad altre essenze.
Mi piace creare immagini, personaggi della tradizione popolare, animali ma anche figure sacre.
Vorrei raccontare anche un’altra mia passione, quella dell’intreccio di vimini con cui ho creato maschere di carnevale, cappelli ma anche oggetti più piccoli come cestini e fiaschetti. Il mio sogno sarebbe quello di tramandare l’insegnamento di queste arti semplici ma proprie della tradizione poplare delle Valli del Natisone alle giovani generazioni. Chissà magari questo mio desiderio un giorno si avvererà.
I was born in Brida small country near Grimacco – Valli del Natisone .My name is Mario Ruttar.
I don’t remember exactly when my passion for carving and weaving of wicker started, it seems like I was born wih it. I’m still delighted with these pastimes even during the evening in front of the television. The essences I use for carving are walnut, pear and linden because they’re easier to handle.
I like to create sacred images and of the folk tradition, animals and more.
Another passion I would like to talk about is interlacing wicker. In this way I created carnival masks, hats but also smaller items such as baskets and flasks. My dream would be to pass to the younger generations the teaching of these arts of the popular tradition of Valli del Natisone. Who knows, maybe one day my wish will comes true.

Mario Ruttar è anche il creatore e il curatore dell’omonimo Museo Etnografico
Mario Ruttar is also the creator and curator of the museum of Ethnography

Matteo Specogna scalpellino hobbista

ITA
|
ENG
Mi chiamo Matteo Specogna e sono nato nelle Valli del Natisone dove tutt’ora risiedo. Circa cinque anni fa ho iniziato a dilettarmi nella lavorazione artigianale della pietra piasentina. Questa passione è nata abbastanza casualmente ristrutturando alcuni muretti di pietra a casa. Ho cominciato da autodidatta squadrando le pietre d’angolo, imparando a riprodurre le tipiche rigature che eseguivano i vecchi scalpellini sugli stipiti di porte e finestre fino a realizzare i primi vasetti….. Ora sono in grado di eseguire svariati lapidei e cerco di migliorarmi continuamente sia per quanto riguarda il disegno e le tecniche esecutive sia nell’utilizzo di attrezzature che mi permettano di risparmiare tempo nella lavorazione gia’ di per se parecchio lunga. La mia idea di fondo è quella di realizzare oggetti che riproducano quanto piu’ fedelmente quelli che ornavano i vecchi edifici tipici delle valli dai quali ho preso piu’ volte ispirazione.
My name is Matteo Specogna and I was born in Valli del Natisone where I am still living. About five years ago I started to delight myself in the craftsmanship of “pietra piasentina”. This passion was born quite casually during the renovation of some stone walls at home. I began squaring off the corner stones then I learnt to reproduce the typical scratches that the old stonemasons performed on the jambs of doors and windows, till I was able to create my first jars ….. Now I perform a great variety of stones trying to improve myself every day both with regard to design and the execution techniques that to the use of equipment that allow me to save time during the processing which, I have to say, is quite long. My idea is to create objects that reproduce faithfully those that once adorned the old typical buildings of the valleys where I live. From them I take great inspiration.